Come creare un blog: una guida per principianti

/

Avere una piattaforma tutta tua dove poter comunicare con i tuoi lettori o con i tuoi potenziali clienti è una delle fondamenta del digital marketing.

Proprio per questo motivo abbiamo pensato di comporre questa guida pratica su come creare un blog rivolta a chi non sa proprio da dove partire.

Perché dovresti leggere questa guida su come creare un blog?

  • Vuoi dar voce alle tue idee online ma non sai da dove iniziare.
  • Ti piacerebbe iniziare a prendere dimestichezza con gli strumenti base per la creazione di siti web e blog.
  • Non hai nessuno che ti aiuti ma vuoi comunque aprire un blog senza troppe complicazioni tecniche.

Bene, abbiamo una buona notizia per te: costruire un blog di successo non è poi così complicato se hai voglia di scrivere e se seguirai i consigli che ti daremo qui di seguito.

Realizzare un blog gratis

Partiamo dalle basi, fare un blog non deve essere per forza un’investimento in termini di denaro.

Esistono tante piattaforme che ti consentiranno di creare il tuo sito in maniera facile, veloce e soprattutto gratuita.

Le piattaforme più comunemente usate sono:

  • Blogger
  • WordPress.com
  • Altervista
  • Winx

Non entreremo nelle specificità di ogni singola piattaforma dal momento che ognuna funziona con le sue dinamiche.

Ti basta sapere che mettono a tua disposizione un template, vale a dire uno schema grafico, e tutti gli strumenti necessari per la personalizzazione in modo facile ed intuitivo.

Creare un blog con questi strumenti è semplice ed immediato, l’unico investimento di cui avrai bisogno è il tempo per redigere i tuoi articoli.

Tutte le piattaforme che ti abbiamo nominato poco sopra ti consentono di realizzare un blog con alcune limitazioni che si possono rimuovere solo in caso tu optassi per un piano a pagamento.

Le limitazioni che normalmente le piattaforme gratuite includono sono una Url non personalizzabile, la presenza di pubblicità sulle tue pagine e, in alcuni casi, loghi promozionali della piattaforma stessa sparpagliati qua e la.

Ti puoi sbarazzare di tutto ciò pagando uno dei piani a pagamento e creare comunque un blog di successo ma essendo un pacchetto chiavi in mano, a livello economico, non è sempre l’opzione più conveniente.

Come creare un blog professionale

Passiamo al prossimo step della vita di qualsiasi blogger e complichiamo un po’ le cose.

Per fare un blog professionale e 100% personalizzabile avrai bisogno dei seguenti elementi:

  • Un nome di dominio, per esempio “www.ilmioblog.it”.
  • Uno spazio su cui installare il tuo sito web, ovverosia l’hosting.
  • Un CMS, ossia un software che sia in grado di gestire il tuo nuovo sito web.

Suona tutto complicato ma lo è molto meno di quello che sembra dal momento che le società che offrono questo genere di servizi quasi sempre offrono soluzioni chiavi in mano.

Cos’è un nome di dominio

E’ il nome che identifica univocamente il tuo sito web o blog e sarà permanente.

Pensa bene quindi a come sceglierlo perché non potrai modificarlo facilmente.

Chi vuole realizzare un blog nuovo normalmente dovrebbe scegliere il suo nome, il suo brand oppure un nome che rimandi alla tematica che si tratterà all’interno del blog.

Altro elemento importante del dominio è l’estensione, vale a dire il “.it, .com, . org, ecc”.

A livello di posizionamento SEO non ha alcuna influenza, ma è sempre meglio scegliere un dominio chiaro, vicino al lettore in modo che sia maggiormente invogliato a cliccare sul tuo risultato di ricerca.

Ad esempio per un lettore italiano, i siti con estensione .it o .com saranno molto più appetibili rispetto a un punto .org.

Hosting, una definizione base

Un sito web è come se fosse un programma che gira su un computer.

Se il computer è acceso, il programma è utilizzabile, se è spento invece no.

E’ facilmente intuibile quindi che un blog per poter funzionare ed essere sempre accessibile ha bisogno di un “computer” sempre acceso.

Ebbene, questo hosting è questo computer che, essendo sempre attivo, farà in modo che il sito sia sempre funzionante.

Esistono anche altre soluzioni ma non ci interessano ora per un discorso di prezzo e complessità operativa.

Prima di gettare la spugna, ti voglio rassicurare, la combinazione hosting e dominio viene fornita direttamente dai provider di servizi web.

Vale a dire che per fare un blog, ti basterà creare un’account scegliere il tuo nome dominio e verrà automaticamente associato a al tuo hosting.

Scegliendo il servizio adeguato nella maggior parte dei casi, il tutto verrà accompagnato anche da un cms.

La scelta del CMS per il blog

Tornando alla nostra analogia del pc sempre attivo, il CMS è paragonabile al sistema operativo del blog. Vedilo come se fosse Windows oppure Mac.

Essendo principiante, non dovresti ragionarci più di tanto, il CMS più conveniente per gestire un blog di successo è WordPress.

Molti tecnici potranno non essere d’accordo con questa affermazione ma se non sai programmare, tutto quello di cui hai bisogno per capire come creare un blog lo potrai fare con l’aiuto dei Plug-In e, grazie ad una miriade di siti specializzati e forum sparsi sul web, potrai imparare un po’ alla volta quello di cui avrai bisogno in modo gratuito.