Come spedire newsletter: invio massivo di email gratis

/

L’invio di messaggi di posta elettronica manuale può richiedere un impegno troppo gravoso per chi gestisce un sito web o un e-commerce: per questo motivo c’è bisogno di una soluzione alternativa che riduca le tempistiche.

A questo servono i programmi per newsletter: software da installare sul pc che permettono non solo l’invio massivo di email gratis, ma anche la creazione di liste di contatti.

Grazie a questi strumenti, inoltre, è possibile creare messaggi di posta elettronica personalizzati e gestire con facilità le varie iscrizioni.

Ma non è tutto, perché tali programmi hanno il pregio di far risultare le mail inviate molto più professionali, personalizzate tramite dei template già pronti per essere utilizzati.

L’invio massivo di email gratis con Sendinblue

Sendinblue è una delle opzioni che si possono prendere in considerazione a questo scopo: in realtà non è un programma vero e proprio da installare, ma un servizio online che si può usare direttamente navigando in Internet dal browser.

La sua praticità è apprezzata da agenzie, imprese, startup e singoli professionisti, in virtù di una natura modulare che asseconda qualsiasi tipo di esigenza.

Grazie a Sendinblue si ha l’occasione di farsi conoscere e ampliare i propri orizzonti su molteplici canali digitali con un impegno tutto sommato ridotto. Ogni giorno vengono spedite 70 milioni di mail con Sendinblue, servizio utilizzato in oltre 160 Paesi in tutto il mondo.

Ci sono limiti per l’invio massimo di email gratis?

Sendinblue non è uno strumento a pagamento, ma presenta il solo limite di 300 mail al giorno che possono essere spedite gratis.

Al di là delle proposte per l’email marketing, per altro, è possibile usufruire anche di strumenti per la chat e per l’sms marketing.

Il servizio di assistenza clienti è disponibile in italiano, oltre che in altre 5 lingue, e può essere contattato al telefono, via chat e – ovviamente – tramite mail. Plugin e API, inoltre, fanno sì che il servizio possa essere integrato senza difficoltà in qualunque prodotto. Non mancano strumenti per la creazione di moduli di iscrizione, di landing page e di mail transazionali.

Nel caso in cui 300 mail al giorno gratis non siano sufficienti, si può pagare un abbonamento di 19 euro al mese più Iva per il Piano Lite che garantisce contatti illimitati.

Come si usa Sendinblue

Ma qual è la procedura da seguire per sfruttare l’invio massivo di email gratis con Sendinblue

Dalla home page è sufficiente cliccare sul tasto che permette di registrarsi gratis, per poi inserire i dati richiesti nel modulo.

Volendo si può anche effettuare l’accesso con Google se si dispone di un account. Dopo aver confermato la propria identità attraverso la mail di verifica, non rimane che accettare le condizioni generali. Con un codice di conferma che sarà spedito tramite sms, poi, si procederà anche alla verifica del numero di cellulare.

MailList Controller

Chi desidera utilizzare un vero software, invece, può puntare su MailList Controller, che fa della semplicità di utilizzo il proprio tratto peculiare, pur avendo una interfaccia in inglese.

L’invio massivo di email gratis è semplificato dal pratico editor HTML, che consente di formattare i messaggi come si desidera.

C’è da tener presente, comunque, che con la versione gratuita del programma è possibile realizzare un elenco solo con non più di 50 utenti.

Se, invece, si vuole evitare qualsiasi limite, esistono diverse opzioni per versioni a pagamento. Dopo aver installato il software, in occasione del primo avvio si può mettere a punto il proprio elenco di contatti, associando una descrizione a ogni nome.

MaxBulk Mailer

Che si usi un dispositivo macOS o un computer con sistema operativo Windows, vale la pena di mettere alla prova anche le funzionalità di MaxBulk Mailer, software che consente l’invio massivo di email gratis solo per un periodo di 30 giorni.

Trascorso questo lasso di tempo, valido per utilizzare la versione di prova, si può decidere se pagare i 49 euro e 90 centesimi richiesti dalla versione Standard o i 59 euro e 90 centesimi necessari per la versione Pro.

Cliccando sulla voce Destinatari è possibile cominciare a definire la propria lista di contatti inserendo per ognuno di loro il nome, il cognome e l’indirizzo di posta elettronica.

Chi lo desidera può anche importare i contatti in maniera automatica da un database, da una rubrica o da un archivio di testo.

Come si usa MaxBulk Mailer

MaxBulk Mailer permette di creare i messaggi di posta elettronica sia in HTML che di solo testo, ma non concede la possibilità di utilizzare dei layout predefiniti o di adoperarne uno personalizzato.

Questa è una differenza significativa rispetto ad altri software dello stesso settore, e vale la pena di tenerla a mente per non avere brutte sorprese. Una volta scelto il formato desiderato, non bisogna far altro che digitare il contenuto e specificare l’oggetto, per poi visualizzare l’anteprima prima di procedere con l’invio.

Ovviamente, occorre anche definire i dati del server scegliendo il protocollo (ESMTP, APOP o POP3).

MailChimp

Nel novero delle opzioni a disposizione di chi desidera inviare newsletter c’è anche il servizio online MailChimp, la cui versione gratuita comporta un limite massimo di 2mila iscritti e consente di spedire ogni mese non più di 12mila mail.

Anche senza pagare, ad ogni modo, sono numerose le funzionalità a disposizione: per esempio la gestione delle liste e degli utenti, ma anche la programmazione degli invii. Per quel che riguarda i piani in abbonamento, invece, si può scegliere tra Growing Business e Pro Marketer: per il primo la spesa è di 10 dollari al mese, mentre per il secondo si sale a 199 dollari al mese.

Infine vale la pena di citare Mad Mini, la cui versione gratuita prevede un limite di 100 persone a cui possono essere inviate le newsletter. Ovviamente, tale soglia viene meno nel caso in cui si opti per un piano in abbonamento.